Leonardo a Eurosatory 2022: nuove capacità a protezione delle forze in campo

10 giugno 2022

Dalle soluzioni C4I (Command, Control, Communication, Computer and Intelligence) per la digitalizzazione del campo di battaglia, alla dimensione della cyber sicurezza, fino ai sistemi per la difesa terrestre e aerea e per la protezione delle Forze di terra. Tra i focus di Leonardo al salone, una nuova tecnologia anti-drone utilizzabile anche come radar di difesa aerea a corto raggio.

Dal 13 al 17 giugno Leonardo torna a Eurosatory, la principale fiera internazionale nel settore Difesa e Sicurezza terrestre con uno stand (D301/Hall 6) interamente dedicato alle ultime tecnologie sviluppate in questo ambito.

Come system integrator di capacità multi-funzione e multi-dominio, Leonardo presenta un’offerta completa che va dalla sensoristica per acquisire informazioni e consapevolezza dello scenario alla gestione delle operazioni attraverso un insieme di effettori, che si caratterizzano per livelli elevati di precisione ed efficacia.

Tra i sensori, il nuovo radar AESA (Active Electronically Scanned Array) TMMR che, insieme alla camera elettroottica NERIO, rappresenta una soluzione efficace per scenari anti-drone che richiedono mobilità e rapidità di dispiegamento, ma anche per la difesa aerea a corto raggio, per la sorveglianza e protezione di piattaforme e veicoli, confini, territori e infrastrutture critiche. Tra i radar Leonardo presenta anche il Kronos nelle versioni fissa e mobile, punto di riferimento per la sorveglianza e difesa aerea, con circa 50 unità attualmente in servizio nel mondo.

In mostra, inoltre, alcuni dei sistemi per le comunicazioni militari della famiglia SWave SDR (Software Defined Radio), che include radio palmari - di cui sono state vendute in tutto il mondo decine di migliaia di esemplari - portatili e veicolari. Si tratta di tecnologie che abilitano l’interoperabilità delle Forze Terrestri, specie quando sono impegnate in operazioni multinazionali congiunte, grazie alla capacità di usare la medesima piattaforma, riprogrammabile via software, per molteplici necessità di comunicazione, anche in scenari molto diversificati.

Leonardo è anche in prima linea per quanto riguarda i più recenti requisiti nel campo dei veicoli blindati medi: a Parigi la società presenterà le proprie tecnologie a bordo del veicolo ruotato 8x8 Centauro II insieme a un’offerta integrata per l’upgrade di carri già in servizio, come l’M60. In questo ambito rientra la torretta di grosso calibro HITFACT MKII, installata sul Centauro II.

A Eurosatory saranno presenti anche i sistemi di stabilizzazione e navigazione per veicoli militari di GEM, società di cui Leonardo ha di recente acquisito il 30%; la famiglia di munizioni guidate Vulcano, tra le tecnologie più innovative su scala mondiale; e il designatore laser Type 163, sistema ad alta energia già testato sul campo con oltre 800 unità già consegnate a 27 Paesi, incluso un ampio numero di nazioni NATO.

Infine, in mostra una soluzione di realtà immersiva che permette la simulazione altamente realistica di un ambiente operativo, utilizzabile anche per attività di addestramento.

Non ci sono risultati.